News ed Eventi




Mangiare meno è meglio 04/08/2010
Mangiare meno è meglio
Bastano 100 calorie in meno al giorno per ridurre del 10 per cento il rischio di disabilita' e malattie entro i tre anni , difficolta' motorie gravi o piu' semplici come non si allacciarsi le scarpe o salire le scale di casa diventa un'impresa.

Queste sono alcun delle tante disabilita' che pian piano si insinuano nella vita degli anziani;

Recenti ricerche della Societa' Italiana di Gerontologia e Geriatra dimostrano , per la prima volta , che basti mangiare meno per vivere meglio e più a lungo.


I dati sono provengono da una ricerca in materia di anziani. Lo studio e' stato eseguito dal 1998 su circa 1.200 anziani che vivono nell'alto fiorentino, tutti arzilli vecchietti che, sara' merito della vita di campagna o dell'olio buono, sono spesso in buona salute e stanno indicando la strada per arrivare a una vecchiaia serena e senza acciacchi.

Il dato emerso e' , per l'appunto, la dimostrazione che basti mangiare meno per abbassare il rischio di sviluppare disabilita'. Le informazioni nutrizionali su cui si e' indagato inizialmente avevano tutte patologie concomitanti; dal diabete all'ipertensione, legate al consumo di alcol e e fumo; poi dopo tre anni, si e' sottoposto gli anziani a una valutazione delle disabilita' funzionali nella cura di se' e nelle attivita' quotidiane piu' varie».


Il risultato e' che chi mangiava di meno si trovava con molti meni disagi:
e' stato dimostrato infatti che per ogni cento calorie giornaliere in piu', cresceva del 10 per cento la probabilita' di aumentare le disabilita' entro di tre anni.

Mangiare poco aiuta a vivere meglio, quindi, e possibilmente di piu': «Questi dati dimostrano per la prima volta nell'uomo un effetto della restrizione calorica su parametri importanti per la longevita' - commenta Niccolo' Marchionni, presidente della SIGG -. Tanti studi sull'animale ci hanno dimostrato che ridurre le calorie dei pasti allunga la vita: l'ultima ricerca, pubblicata in estate su Science, lo ha provato su una specie molto simile a noi, il macaco. Basta guardare le foto degli animali coinvolti, che sono stati seguiti dal 1989 a oggi: chi negli anni ha mangiato meno, oltre a vivere piu' a lungo e allontanare pure tumori, malattie cardiovascolari o diabete, fisicamente pare il nipote dei macachi non sottoposti a restrizione calorica». In effetti e' vero: da una parte sguardi spenti, portamento curvo, pelliccia spelacchiata, dall'altra il ritratto della buona salute. Sull'uomo puo' quindi succedere lo stesso? «I dati di InCHIANTI sembrano suggerire di si - dice Marchionni -. Tra l'altro si tratta di dati raccolti su persone non selezionate per uno studio sperimentale.

Il Nobel per la medicina 2009 e' stato assegnato a chi ha svelato i segreti dei telomeri, quei «cappucci» che stanno sulla parte finale dei cromosomi e si accorciano man mano che invecchiamo. In questi pezzettini di DNA molti vedono la chiave genetica del nostro destino di longevita': mangiar meno puo' in qualche modo ribaltare la nostra aspettativa di vita, in barba a quel che e' scritto nei geni? «I geni rendono conto di circa il 30 per cento della possibile durata della nostra esistenza - dice Marchionni -. Il resto lo fa lo stile di vita, che puo' condizionare in meglio o in peggio la nostra longevita': fare attivita' fisica regolare, mangiare poco scegliendo cibi sani ed equilibrati aiuta di certo a mantenerci giovani e in salute piu' a lungo»



ringraziamenti e bilancio manifestazione 19/10/2010
Ringraziamo le istituzioni , gli assessori, le società e tutti i collaboratori che hanno permesso di realizzare i due giorni di sensibilizzazione in piazza Brà.
Nonostante l'anticipo di inverno con pioggia e freddo, moltissime persone ci hanno raggiunto per raccogliere informazioni a risoluzione dei loro problemi.

Nelle due giorni di manifestazione abbiamo eseguito questi interventi;

nel complessivo delle tre società ( PATRONATO ACLI - PRIVATASSISTENZA - CROCE GIALLA VERONA ) abbiamo ricevuto ed assistito 491 persone

PRIVATASSISTENZA ;
• con i nostri infermieri abbiamo eseguito 81 rilievi pressori ed analizzato 81 stick della glicemia, nel 35% delle persone analizzate abbiamo riscontrato problemi ipertensivi e 2 aritmie che abbiamo rinviato al medico di base mentre il 6% delle glicemie analizzate era al di fuori dei parametri normali.
• con le nostre consulenti abbiamo ricevuto 60 domande di lavoro come assistente familiare e 37 richieste di assistenza domiciliare o inserimento badante, in loco abbiamo eseguito il matching tra 2 famiglie interessate e 2 assistenti inoltre ci sono stati richiesti 3 sostegni sanitari importanti.

CROCE GIALLA;
• con i loro infermieri hanno eseguito 147 rilievi pressori ed analizzato 147 stick della glicemia, nel 35% delle persone analizzate hanno riscontrato problemi ipertensivi e 4 aritmie che sono state rinviate al medico di base mentre il 6% delle glicemie analizzate era al di fuori dei parametri normali.

PATRONATO ACLI
• Con i loro consulenti hanno ricevuto 50 richieste di assistenza ed informazioni da parte di assistenti domiciliari che chiedevano delucidazioni sul loro contratto di lavoro
• Con i loro consulenti hanno ricevuto 26 richieste di assistenza ed informazioni da parte di utenti con assistenti domiciliari a carico che chiedevano delucidazioni sul contratto di lavoro e sulla gestione dello stesso, 6 di queste con consulenza anche legale e 10 con consulenza approfondita.

Ci offriamo di proseguire con i controlli gratuiti anche nei ns. uffici di San Martino B.A
Possiamo ritenere che la prima giornata della badante sia stata molto positiva



NUOVO SERVIZIO DI TRASPORTO CON AMBULANZA 18/10/2010
CONVENZIONE CROCE GIALLA
A seguito della recente convenzione sottoscritta con il nuovo partner, la nostra cooperativa è in grado di eseguire servizi di trasporto per brevi e lunghe percorrenze (anche estero) con automezzi sanitari omologati , a costi competitivi.



comunicato stampa MANIFESTAZIONE 16/10/2010
COMUNICATO STAMPA

GIORNATA DELLA BADANTE
"Proteggi il tuo Angelo Custode"
conoscere da vicino i diritti e doveri delle badanti

Piazza Bra' Verona Sabato 16 e Domenica17 Ottobre 2010


La realtà degli anziani è oggi più che mai una realtà con delle necessità forti e concrete. In una società che corre a ritmi sempre più serrati, molte famiglie si trovano a scontrarsi con le molte difficoltà, in primis quella di dare tutte le attenzioni necessarie ai loro cari. E' per questo che molti oggi si affidano alle mani di esperte badanti. Purtroppo, a volte, accade che queste ultime non siano a tutti gli effetti regolarizzate a livello legale e spesso vengano reperite con mezzi improvvisati. Lo stato, attraverso il D.G.R. n. 3905 del 15 dicembre 2009, ha istituito un regolamento che da un lato permette di identificare al meglio le assistenti domiciliari attraverso l'istituzione del Registro pubblico regionale degli assistenti familiari e dall'altro individua soggetti idonei a gestirne l'assunzione, ossia la Rete degli sportelli di assistenza familiare di cui fa parte anche PRIVATASSISTENZA VERONA EST, SUD E LEGNAGO.

A sostegno della tesi riguardante l'importanza del conoscere chiaramente sia i diritti che i doveri delle badanti, PRIVATASSISTENZA VERONA EST, SUD E LEGNAGO, ha dato vita ad un'iniziativa nuova "la giornata della badante". Il primo incontro, realizzato con il pratocinio del Comune di Verona ed il patronato dell'ACLI (Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani) si terrà Sabato 16 ed Domenica 17 ottobre 2010 in piazza Brà. In tale occasione PRIVATASSISTENZA VERONA EST, SUD E LEGNAGO offrirà consulenza gratuita a tutti i cittadini che ne necessitano, consulenza operativa, di gestione, legale e sanitaria. Inoltre grazie alla collaborazione con la Croce gialla saranno eseguiti, sempre gratuitamente test diagnostici di pressione e glicemia e saranno distribuiti prodotti a marchio HATMANN per l'igiene e la cura dell'assistito.

Il dott. Nicola Carpeggiani di Privatassistenza dichiara: "il messaggio che vorrei lanciare attraverso questa manifestazione è nato dallo studio dei dati allarmanti rilevati e pubblicati dal Censis. Si stima infatti che le famiglie presenti sul territorio nazionale che ricorrono ai servizi di collaboratori domestici sono 2 milioni 412 mila, mentre i collaboratori assunti ufficialmente con contratto regolare sono fermi a quota un milione 538 mila. Della restante parte, molti hanno un contratto di lavoro che copre solo in parte l'attività svolta e ben il 62% è irregolare oltre che sottopagato, cifra questa che corrisponde a 1 milione 495 mila persone irregolari (stima per difetto). Dato ancor più aIlarmante è che ben il 44% di queste ultime ha subito incidenti domestici non dichiarati. L'obiettivo che ci proponiamo con questa campagna di sensibilizzazione è quello di informare ed aiutare i cittadini e le assistenti familiari su diritti e doveri del rapporto di lavoro, rendere noto agli utenti l'esistenza della rete Euriclea (Rete degli Sportelli di Assistenza Domiciliare) ed invitare assistenti familiari e famiglie all'adesione alla rete".

Per maggiori informazioni carpeggiani@privatassistenza.org- www.privatassistenza.com



comunicato stampa INAUGURAZIONE LEGNAGO 15/10/2010
INAUGURAZIONE LEGNAGO

Sabato 09 ottobre '10 ha FINALMENTE aperto a LEGNAGO il nuovo centro servizi PRIVATASSISTENZA che offrirà a tutti i cittadini aiuto e sostegno.
Alla manifestazione , benedetta dal vicario monsignor Beltrame Paolo , ha partecipato l'amministrazione comunale in gran completo , l'assessore dei servizi sociali Erica Ferraresi innanzi al sindaco Roberto Rettondini e ad una piccola folla composta da assistenti e clienti ha inaugurato gli uffici con il simbolico taglio del nastro.

PrivatAssistenza era già presente nel nostro territorio per soddisfare i bisogni socio assistenziali delle famiglie di Legnago direttamente dall'ufficio di Verona Est, ora con la nuova apertura di via del pontiere 4 a Legnago ,sarà in grado di supportare ulteriormente le esigenze dei nostri concittadini.

La già collaudata metodologia PRIVATASSISTENZA offre servizi personalizzati ed integrati, avvalendosi di operatori professionali, infermieri , badanti per pianificare diverse servizi diurni e notturni per l'assistenza ad anziani, malati e disabili sia a domicilio che in ospedale.

A tal scopo il Responsabile del Centro , il dott. CARPEGGIANI reperibile al seguente numero di telefono 0442.601495 o e-mail: legnago@privatassistenza.it si impegna ad effettuare una visita domiciliare gratuita alle famiglie, al fine di conoscere il contesto e le esigenze della persona, individuando cosi il servizio più adeguato.

Le prestazioni offerte dal Centro sono:

o Assistenza domiciliare diurna e notturna
o Assistenza autorizzata Aulss 21 negli ospedali di Legnago Bovolone e Zevio
o Interventi domiciliari per l'igiene personale
o Assistenza al pasto
o Servizi socio assistenziali personalizzati, occasionali o continuativi per l'assistenza ad ammalati, anziani e disabili

Privatassistenza detiene tutte le autorizzazioni regionali ufficiali per la gestione di assistenze e badanti a domicilio.




MANIFESTAZIONE DI SENZIBILIZZAZIONE IN PIAZZA BRA' A VERONA

attenti alle badanti in malafede

ringraziamenti al comune di Verona ed alla Fondazione Cattolica Assicurazioni

accreditati dalla regione veneto ed ammessi alla rete delle assistenti domiciliari

Anziani, esercizio fisico per prevenire cadute e fratture

Newsletter

ETIKA onlus

Iscriviti alla newsletter tramite il modulo in alto a destra. Sarai aggiornato in tempo reale su iniziative e novità nei servizi offerti dalla ETIKA onlus

Privacy


Il trattamento dei Suoi dati personali viene svolto nel rispetto della normativa data dall’art.11 della L.675/96. Il trattamento dei dati personali degli utenti registrati consiste nella raccolta ed elaborazione degli stessi per uso esclusivamente interno alle procedure di attivazione dei servizi personalizzati del sito www.privatassistenza.org . Tali dati vengono quindi inseriti in un archivio informatizzato a tale scopo. Lei, in merito a tali dati, potrà richiedere la modifica o la cancellazione degli stessi inviando una e-mail all’indirizzo info@vvm.it in cui sia specificata la richiesta di sospensione del servizio “utente registrato”. Si informa infine che il “Titolare” del trattamento dei dati è La società ETIKA onlus